La validazione del problema: l’intervista perfetta


Introduzione

Siamo sicuri che le nostre ipotesi riguardo al problema individuato siano vere?

Sei arrivato al punto in cui hai stabilito il Problema alla base della tua idea e hai individuato la nicchia di mercato a cui vuoi rivolgerti nella fase iniziale della tua Startup.

Ciò che devi aver ben chiaro in mente è che sia il Problema sia la nicchia individuata sono solo tue ipotesi e assunzioni. Il problema potrebbe non essere così frequente o non essere percepito così critico dal target di riferimento.

Bisogna testare e validare le ipotesi relative al problema sul mercato per essere sicuri che la nostra idea sia utile e serva a qualcuno.

Come fare? Basta parlare con le Persone e indagare la criticità del problema facendo delle domande a riguardo attraverso Interviste e questionari. Purtroppo, non sempre è facile porre le domande giuste.

In questo video puoi trovare 5 consigli utili per costruire un questionario o un’intervista di successo mentre in questo articolo ti propongo un modello di Intervista che, contestualizzato al proprio settore, ti aiuterà a comprendere a fondo il problema che stai indagando.

Modello intervista Generico

  • Presentazione

Presentati spiegando chi sei, che lavoro fai e cosa ti ha spinto a fare l’intervista.

Importante è informare l’interlocutore sul perché si è scelto proprio lui e come si è riusciti a contattarlo. Infine, bisogna specificare la durata dell’intervista che non dovrà superare i 15 minuti.

Questa fase di presentazione è un momento molto delicato dato che si devono dare informazioni su sè stessi e sul proprio lavoro senza parlare della propria Idea/ soluzione, rivelazione che condizionerebbe le risposte future del tuo utente.

  • PARLAMI DI TE…COME TI CHIAMI? DA DOVE VIENI? COSA STUDI? CHE LAVORO FAI? QUANTI ANNI HAI?

È importante rompere il ghiaccio con il proprio interlocutore. Non c’è miglior modo che chiedergli qualcosa riguardo sè stesso e la sua vita.

  • QUAL E` IL TUO LEGAME CON IL MONDO X?

Con X si intende, in termini generali, il contesto o settore di riferimento, l’area nella quale si sta per lanciare un prodotto o un servizio. È importante capire la relazione  che il tuo interlocutore ha con l’argomento che andrai ad approfondire con le domande successive.

  • QUALI SONO I PROBLEMI PRINCIPALI CHE HAI RISCONTRATO QUANDO TI SEI TROVATO AD AFFRONTARE LA SITUAZIONE X?

Scopri quali sono le difficoltà e i problemi che il tuo interlocutore ha trovato nel momento in cui si è trovato di fronte alla situazione che vuoi studiare. Questa domanda è fondamentale dato che potrai scoprire se il problema che avevi ipotizzato è realmente percepito come critico dall’interlocutore o se esso lo descrive in maniera diversa. Inoltre, il tuo intervistato potrà rivelare di aver riscontrato problemi diversi da quelli che avevi ipotizzato.

  • POTRESTI FARE UNA CLASSIFICA DI QUESTI PROBLEMI DAL PIU CRITICO AL MENO IMPORTANTE, SPIEGANDO LE TUE MOTIVAZIONI?

Di fronte a una situazione problematica un utente medio può riscontrare molte difficoltà o preoccupazioni. Scopri quali sono quelle più critiche per lui, così capirai dove ti dovrai concentrare nella costruzione della tua futura soluzione.

  • COME TI SEI SENTITO, CHE EMOZIONI HAI PROVATO QUANDO TI SEI TROVATO DI FRONTE ALLA SITUAZIONE X?

Indaga sulle emozioni che il tuo interlocutore ha provato quando ha tentato di risolvere il problema che vuoi studiare. Comprendi se si è sentito frustrato perchè incapace di risolverlo o se invece il fatto di non trovare una soluzione fosse per lui indifferente.

  • ATTUALMENTE COME RISOLVI (O HAI PROVATO A RISOLVERE) I PROBLEMI A, B O C?

Devi capire come il tuo intervistato ha tentato di risolvere questi problemi quando gli si sono posti davanti. Quale soluzione ha usato, a chi si è rivolto. Questa domanda è importantissima perchè ti consente di sapere se l’interlocutore è a conoscenza dell’esistenza di una soluzione a questi problemi. Potrebbe accadere che sia lui stesso a darti uno spunto essenziale per la creazione del tuo prodotto/servizio.

  • CONOSCI QuALCUNO CHE POTREBBE ESSERE INTERESSATO O DISPONIBILE PER UN’INTERVISTA DI QUESTO GENERE?

Spesso è difficile trovare le persone giuste a cui fare la nostra intervista. Potrebbe essere molto utile chiedere direttamente al nostro intervistato se conoscesse qualcuno con le sue stesse passioni e interessi disponibile a concederci pochi minuti del suo tempo per qualche domanda.

  • ORA È GIUNTO FINALMENTE IL MOMENTO DI PARLARE DELLA TUA IDEA/SOLUZIONE CHIEDENDO UN FEEDBACK A RIGUARDO.

Pur essendo utilissimo avere un modello preimpostato di intervista da adattare al proprio contesto e al proprio problema da indagare, comprendo l’esigenza comune di avere esempi di interviste reali già effettuate. Per tale motivo vi propongo nel prossimo paragrafo il nostro modello di intervista usato nella fase di validazione del problema su cui si basava la nostra idea.

Modello intervista Let’s Startup

Prima di mostrarvi le domande che abbiamo posto ai nostri intervistati, intendo fare una piccola premessa, così che possiate comprendere al meglio il seguente esempio. Noi, prima di costruire il nostro Blog con tutti i suoi formati (diario di bordo, tools, storie di startup, exploding topics), volevamo comprendere al meglio quali fossero i problemi principali che il nostro target (studenti universitari interessati al mondo imprenditoriale) avevano incontrato quando si erano trovati di fronte alla situazione di dover intraprendere un nuovo progetto imprenditoriale.

Avevamo alcune idee a riguardo, molte delle quali sono state confermate e altre ancora smentite. Inoltre, alcuni problemi ricorrenti, venuti fuori dalle nostre interviste, non li avevamo ipotizzati e siamo stati costretti a prenderli in considerazione.

  • Ciao! Sono Raffaele, un appassionato del mondo Startup che in questi giorni sta effettuando ricerche di mercato sul tema. Un mio ex collega mi ha consigliato di contattarti conscio della tua passione per il mondo imprenditoriale e mi ha gentilmente inoltrato il tuo numero di telefono. Ti ringrazio del tempo che mi stai dedicando per questa breve intervista di 15 minuti.

Si può notare come pur inserendo l’intervista in un contesto (quello del mondo delle startup), non abbiamo rivelato nulla riguardo la nostra idea, cioè quella di costruire un Blog e creare una futura community che ispirasse i giovani a fare impresa.

  • Inizialmente ti chiedo di presentarti. Come ti chiami? DI dove sei? Quanti anni hai? Cosa e dove stai studiando (o hai studiato)?

Tra tutte le domande di carattere demografico che puoi fare, capisci quali sono quelle più utili per te. In questo esempio, noi abbiamo chiesto l’età e dove o cosa aveva studiato,ù dato che ci premeva sapere se fosse un giovane studente soprattutto di facoltà scientifiche.

  • Che relazione hai con il mondo Imprenditoriale e delle Startup (cosa provi o cosa ti viene in mente quando si parla di startup)? Hai mai pensato nell’ultimo periodo di intraprendere un progetto Imprenditoriale?

Con questa domanda vogliamo capire quale fosse la relazione del nostro interlocutore con l’argomento di cui avremmo parlato più specificatamente nelle domande successive. Ci interessa capire da che punto di vista vede il contesto dell’imprenditorialità così da analizzare nel modo più preciso possibile le sue risposte.

  • Quali sono i principali problemi o preoccupazioni che hai riscontrato quando ti sei trovato di fronte alla scelta di aprire una Startup?

Cerca di far parlare il più possibile il tuo interlocutore alla ricerca di spunti utili. Solo qualora apparisse disorientato, tieniti pronto a suggerire alcuni esempi di problemi che avrebbe potuto riscontrare in quella situazione.

  • Potresti ordinare per importanza i problemi di cui mi hai parlato adesso e motivare le ragioni di questa classifica?

Consci che le difficoltà di fronte alla scelta di iniziare a intraprendere un progetto imprenditoriale fossero molteplici, abbiamo pensato di farci rivelare quali fossero i problemi più critici.

  • Come ti sei sentito, che emozioni hai provato quando ti sei trovato davanti a questi problemi?

Le emozioni che il tuo interlocutore sente di fronte al problema sono il fattore principale da individuare per creare contenuti personalizzati e per creare la giusta strategia comunicativa.

  • Attualmente come risolvi, o provi a risolvere, questi problemi? Ti sei mai affidato a un esterno per la risoluzione di queste difficoltà?

Per noi è importante sapere se l’utente fosse consapevole dell’esistenza di Blog o pagine che potessero aiutarlo nel percorso di crescita della propria startup.

  • Conosci qualcuno che sarebbe interessato a effettuare questa intervista?

Bisogna cercare di fare più interviste possibile. Questo pensiero ci ha portato sempre a farci suggerire persone con cui parlare dagli intervistati stessi.

  • Spiegare in due minuti il nostro progetto e la nostra soluzione e farsi dare un Feedback.
—-

Conclusione

Sei pronto per validare la tua idea e sai già quali domande fare al tuo interlocutore. Ora devi avere solo ben chiaro il problema di cui vuoi testare la criticità.

Ti basterà solo adattare questo modello di intervista al tuo contesto.

Buona fortuna per la tua validazione e se pensi che a qualcuno possa interessare questo modello inviali questo articolo.


1 commento su “La validazione del problema: l’intervista perfetta”

  1. Pingback: L’analisi di mercato – Let's Startup

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *